• Solo online
Note storiche Territorio

Barbera d'Asti Superiore "Cesare Pavese" Vallebelbo

  • Regione: Piemonte
  • Tipologia: Vino Rosso Fermo
  • Gradazione: 13/13,5%
  • Vitigno: Barbera 100%
  • Luogo di Produzione, Affinamento, Temp. di servizio: Colline delle Langhe, Colline di Costigliole d' Asti, Calosso d' Asti, Canelli. Temp. Servizio 18/20 Gradi.
  • Unicità: Vino robusto e di buona acidità, caratteristiche che sfumano la presenza dei tannini, garantendogli una degustazione potente ma di grande piacevolezza.
€ 13,90
Tasse incluse

favorite_border

per salvare i tuoi preferiti
QUESTO VINO RIENTRA IN UNA CATEGORIA DI SPEDIZIONE PER CUI DA ORDINI SUPERIORI ALLE 18 BOTTIGLIE DI QUESTO VINO O UN MIX DI ALTRI VINI DELLA STESSA CATEGORIA LA SPEDIZIONE E' GRATUITA 

favorite_border

per salvare i tuoi preferiti
Pier de 'Crescenzi (author of the "Liber ruraleum commodorum")
Note storiche

       L'acidità
       dell'Uva
       Grisa

Sono un vino ed un vitigno antichissimi. Nonostante ciò le prime notizie storiche si hanno nel XVII secolo. In particolare in un documento conservato a Nizza Monferrato che parla del vitigno per primo. Ulteriore menzione si ha alla fine del 700 nell'opera di Giuseppe Nuvolone, Direttore della Società Agraria di Torino. Prima di tale secolo la Barbera veniva, forse già dai tempi di Pier De' Crescenzi, indicata come Uva Grisa per la sua acidità simile all'Uva Spina. È un vitigno popolarissimo e molto diffuso sia a livello locale che internazionale ma storicamente riportabile, come origine, al Piemonte e soprattutto al Monferrato. Ha sempre avuto una grande popolarità e, a parte un periodo di offuscamento nei primi anni '80, è tornato ad essere tra i vini più amati e diffusi in Italia. Ciò anche grazie al lavoro di sviluppo ed affinamento che ha portato il vino a salire di qualità. In particolare l' utilizzo del legno (con il fondamentale contributo di Giacomo Bologna con il Bricco dell'Uccellone) ha riposizionato verso l'alto la Barbera.

Storie native

Con i bolliti tradizionali piemontesi

Una domenica, nel periodo di vendemmia, tornando dal Piemonte verso Milano vi fermate per un boccone in una trattoria fuori dall’autostrada. Abilmente abbinate una magnifica Barbera d'Asti Superiore ad un succulento carrello dei bolliti  preparato a regola d’arte, seguendo la tradizione. Perdendovi così, in un viaggio morbido nel passato...

Il Territorio

Dal Monferrato al resto del Mondo 

La Barbera è un vitigno di origine piemontese e del Monferrato. Si è poi estesa praticamente in tutta la regione, assumendo varie denominazioni: d'Asti, d'Alba, Langhe, Tortona ecc. È molto presente anche in Lombardia ed in particolare nell'OltrePo Pavese; in Emilia (Piacenza, Bologna, Parma); in Sardegna. È tra i vini più esportati ed anche prodotti all'estero, in particolare in Argentina e da non molto in California.

Articoli correlati